“Diplomazia Culturale dell’Ue e il ruolo dell’Italia” – Tavola rotonda – 17 novembre 2016

L’Europa unita è uno dei più incredibili esperimenti umani mai condotti. E nel mondo attuale è un aggregatore sociale, politico e culturale imprescindibile. Eppure, mai come adesso, populismi, nazionalismi e qualunquismi ne minano la stessa sussistenza. Sono la conseguenza di un continente che ha smarrito il compito di stupefacente laboratorio filosofico, politico, artistico, linguistico, spirituale qual è stato per secoli. Può un autentico ritorno alla sostanza culturale delle politiche rappresentare la chiave ideale per superare lo stallo e gli egoismi che ne minano il percorso e le potenzialità rispetto alle grandi sfide globali? Come possono le relazioni culturali internazionali fare dell’UE l’attore globale che dovrebbe essere? Quale ruolo per l’Italia?

Relatori
Giuliano Amato, Giudice della Corte Costituzionale
Silvia Costa, Presidente della Commissione Cultura del PE
Ilaria Borletti Buitoni, Sottosegretario Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
Antonio Campo dall’Orto, Direttore Generale della RAI (Radiotelevisione Italiana)
Marcelo Expósito, artista e attualmente deputato di En Comú Podem

Moderatore
Stefano Monti, Professore in gestione dei beni culturali presso Pontificia Università Gregoriana

Giovedì 17 novembre 2016, 18.10-19.30
Camera dei Deputati, Sala della Regina

Nell’ambito della terza edizione del Forum Euronews “How can we govern Europe?
Per registrarsi all’evento
Per il programma completo dell’evento

Comments

Comments are closed.