Dibattito: “La cultura salverà l’Europa?”

In occasione dei 60 anni dei trattati di Roma, il giorno 24 Marzo presso LUISS ENLABS a Roma si è tenuto il dibattito “La cultura salverà l’Europa?” con sottotitolo “infrastrutture culturali per una self disrupion”. L’occasione è stata propizia per discutere informalmente sull’argomento che ci appassiona riguardante i motivi che hanno oggettivamente allontanato l’opinione pubblica dai valori fondatori dell’unione europea e, se ci sono, i rimedi per tornare alle origini.
Si sono avvicendati esponenti dell’ambiente culturale, sociale e politico (vedi il programma) che hanno discusso sugli argomenti proposti dagli organizzatori del dibattito (vedi focus tematici). Hanno partecipato molti partner e sponsor che hanno contribuito al successo dell’evento.
E’ possibile discutere sul blog gli argomenti trattati, scorrere la gallery fotografica, assistere ai punti salienti dell’evento e vedere il contributo lasciato dalle persione intervenute.
Si ringraziano tutte le persone che hanno reso possibile questo incontro.

 

 

Presentazione dell'evento
Un evento di
culturally.eu
Con il patrocinio di
Assessorato Crestica Culturale Roma Capitale

LA CULTURA SALVERA’ L’EUROPA?
Infrastrutture culturali per una self disruption
24 marzo 2017 – dalle 16.30 alle 20.00
LUISS ENLABS, via Marsala 29h, Roma

culturally.eu

Perché?

L’Europa unita nata 60 anni fa a Roma è uno dei più incredibili esperimenti umani mai condotti. E nel mondo attuale è un aggregatore sociale, politico e culturale imprescindibile. Eppure, mai come adesso, populismi, nazionalismi e qualunquismi ne minano la stessa sussistenza. Sono la conseguenza di un progetto che ha smarrito il compito di stupefacente laboratorio filosofico, politico, artistico, linguistico, spirituale qual è stato per secoli e ha trascurato il crescente distacco con la sua anima: le persone.
Come promuovere un autentico ritorno alla sostanza culturale delle politiche per superare lo stallo e gli egoismi che ne minano il percorso e le potenzialità rispetto alle grandi sfide globali? Come erigere le infrastrutture culturali necessarie per una ricostruzione ‘alternativa’ e per un sostanziale rilancio dell’UE sia interno che sulla scena globale? Quale ruolo per l’Italia?

Quattro focus tematici:

 
 
 
Interviste e interventi dei partecipanti
In collaborazione con
In collaborazione con
In media partnership con
Con la media partnership di
Sponsor
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con

Comments

No comment yet.

Leave a Reply